A4E chiede misure di miglioramento dei servizi ATC in vista della stagione estiva


In occasione del suo secondo Annual General Meeting e dell’A4E Aviation Summit, gli amministratori delegati dei vettori aerei membri dell’associazione A4E (Airlines for Europe) si sono incontrati a Bruxelles con i responsabili delle politiche europee e gli stakeholder del settore per discutere i modi in cui il traffico aereo europeo può essere reso più affidabile per i passeggeri.
“Con l’impegnativa stagione estiva che ci aspetta, dobbiamo imparare dall’esperienza inaccettabile dello scorso anno – in particolare ai confini dell’UE, dove insufficienti infrastrutture e carenza di personale hanno portato ad un aumento fino al 300% dei ritardi dei voli in alcuni aeroporti, facendo sì che fino al 5% dei passeggeri giornalieri perdessero i loro voli in coincidenza. Pur riconoscendo che alcuni stati membri hanno adottato misure per alleviare la situazione, rimaniamo cauti, poiché occorre fare ancora di più in termini di personale e investimenti nell’automazione,” ha dichiarato Thomas Reynaert, managing director di A4E.
Secondo l’associazione inoltre, l’attuazione di un nuovo regolamento UE sta avendo un impatto sproporzionato sul flusso di traffico negli aeroporti europei: si tratta del rafforzamento dei controlli delle banche dati pertinenti alle frontiere esterne. Secondo quanto riferisce A4E, il tempo di elaborazione al confine per ogni passeggero richiede circa 20 secondi in più rispetto a prima. Per ogni volo quindi è necessaria, in media,un’ora extra di elaborazione.
Secondo l’associazione un altro problema frustrante per i passeggeri sono i ritardi causati dall’insufficienza del personale e dalle ridotte capacità del sistema ATC.
“Mentre il traffico aereo nel 2017 è aumentato del 4,4% rispetto al 2016, la quantità di minuti di ritardo giornalieri della gestione del flusso di traffico aereo è aumentata del 6,9%. Questo rappresenta l’equivalente di più di un intero giorno di ulteriore ritardo. Per il 2018 si prevede che il traffico aereo continui a crescere in modo significativo. Pertanto, c’è un’urgente necessità di perseguire miglioramenti a livello di rete nel 2018 e oltre per i quali noi ci
stiamo attivamente confrontando con tutti i fornitori di servizi di navigazione aerea,” ha aggiunto Reynaert.
Sulla base degli ultimi dati del gestore della rete di Eurocontrol, i ritardi giornalieri in rotta legati a problemi di capacità di ATC o problemi di personale sono aumentati del 14,6% e del 20,6%, rispettivamente.
Le compagnie aeree associate in A4E chiedano che i servizi ATC applichino ulteriori misure e vincoli nel 2018 per poter mitigare al meglio queste carenze. In caso contrario, le compagnie aeree dovranno nuovamente volare su percorsi più lunghi, specifiche dovranno essere limitate o i voli saranno in ritardo. Questo, a sua volta, causerà effetti a catena in tutta la rete, come il superamento degli orari di lavoro degli equipaggi delle compagnie aeree, che creeranno frustranti ritardi per i passeggeri.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa A4E – Airlines for Europe