Dopo i primi test in galleria del vento prende forma il nuovo Cessna SkyCourier


Un rendering che anticipa le forme del nuovo Cessna SkyCourier (immagine Textron Aviation)

Textron Aviation ha completato i test iniziali in galleria del vento del suo nuovo velivolo turboprop bimotore Cessna SkyCourier. I risultati della campagna di test in galleria del vento forniranno i dati precisi su prestazioni e caratteristiche aerodinamiche e dati di carico strutturale, perfezionando ulteriormente la progettazione dell’aeromobile.
“Per i test iniziali in galleria del vento, utilizziamo un modello di precisione personalizzato con motori elettrici ed eliche in scala calibrate per rappresentare la spinta prodotta dal velivolo reale”, ha affermato Brad Thress, vicepresidente senior e responsabile Engineering. “Stiamo facendo notevoli progressi nello sviluppo di questo nuovissimo aereo e siamo ansiosi di continuare a definire i dettagli che ci consentiranno di iniziare a creare strumenti e parti”.
Da quando Textron Aviation ha lanciato il Cessna SkyCourier, nel novembre 2017, l’azienda ha visto un crescente interesse da parte degli operatori alla ricerca di una soluzione moderna nel segmento dei velivoli utility bimotore. Come parte dello sviluppo del design dell’aeromobile, l’azienda sta raccogliendo feedback dal proprio Customer Advisory Board, consentendo agli operatori di spiegare ciò di cui i clienti hanno bisogno in questo segmento.
“La flessibilità e il potenziale di missione per Cessna SkyCourier sono interessanti per un’ampia varietà di operatori”, ha affermato Thress. “Il feedback che stiamo raccogliendo dal CAB è estremamente importante in quanto sviluppiamo un aereo che sia affidabile, efficiente e soddisfi le diverse esigenze di una serie di profili di missione”.
La compagnia ha reso noto che anticiperà il primo volo del Cessna SkyCourier nel 2019 con l’entrata in servizio nel 2020.
Il Cessna SkyCourier è un turboelica utility bimotore, ad ala alta e di grandi dimensioni che offrirà una combinazione di prestazioni elevate e bassi costi operativi per il trasporto aereo di merci, passeggeri, e per l’impiego in missioni speciali.
La variante cargo sarà caratterizzata da una porta di carico di grandi dimensioni e una cabina a pavimento piatto dimensionata per imbarcare fino a tre container di spedizione LD3 con una capacità di carico utile di oltre 2.700 kg. Il velivolo offrirà anche una velocità massima di crociera fino a 200 ktas (circa 370 km/h) e avrà un’autonomia massima di 900 miglia nautiche (più di 1.650 km).
La variante per il trasporto passeggeri potrà accogliere a bordo 19 persone e sarà dotata di porte per l’imbarco dei passeggeri e dell’equipaggio, così come di grandi finestrini che consentiranno l’illuminazione naturale della cabina e la possibilità di godere il panorama durante il viaggio.
Entrambe le configurazioni avranno un sistema di rifornimento a pressione a punto singolo per consentire rapidi tempi di turnaround. Il velivolo sarà spinto da due motori turboelica Pratt & Whitney PT6A-65SC montati sulle ali e dotato di avionica Garmin G1000 NXi.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Textron Aviation