Accordo tra Vigili del Fuoco e Aeronautica Militare per il trasporto delle squadre di soccorso urbano


E’ stato firmato nei giorni scorsi, presso la 46^ Brigata Aerea di Pisa, un accordo inerente la “Procedura di carico su aeromobili dell’Aeronautica Militare C130J, C130J-30 del Team USAR (Urban Search And Rescue) Toscana e Gestione delle Dangerous Goods.
L’accordo, a firma del Comandante della 46° Brigata Aerea, Generale di Brigata Aerea Girolamo Iadicicco e del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Pisa Ingegner Ugo D’Anna, permetterà di ridurre ulteriormente i tempi di imbarco del Team USAR e di conseguenza l’arrivo nelle zone interessate da emergenze, sia in campo nazionale che internazionale.
La procedura prevede la possibilità di trasportare le 40 unità del Team (tra cui unità cinofile) e l’attrezzatura personale, per un totale di 45 casse aviotrasportabili; all’interno di queste, tutto il materiale necessario per le operazioni di soccorso e la relativa logistica. A bordo del C130J sarà inoltre possibile imbarcare un quad su apposito carrello, fondamentale per la movimentazione del personale e delle attrezzature nelle zone dove la viabilità risulta compromessa e non è possibile l’impiego di veicoli ordinari.
L’Aeronautica Militare opera quotidianamente in concorso con altre Agenzie dello Stato al servizio del paese. Accordi come quello stipulato in questi giorni vanno nella direzione del cosiddetto “Dual Use” del mezzo militare, cioè del suo impiego anche in ambito civile.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto di copertina di Elisabetta Puggioni