Un C-130 dell’Aeronautica Militare trasporta un bambino di 12 giorni in imminente pericolo di vita


Nel primo pomeriggio un bimbo nigeriano di 12 giorni in gravi condizioni di salute è stato trasportato con la massima urgenza dall’Aeroporto di Alghero a Genova per consentirne il ricovero in tempi rapidi presso l’Ospedale Gaslini.
Il trasporto è stato effettuato da un C130J della 46ª Brigata Aerea, che è decollato da Alghero intorno alle 16:00 ed è atterrato all’Aeroporto di Genova dopo un’ora di volo. Dal Cristoforo Colombo il piccolo paziente è stato poi rapidamente trasportato in ambulanza, protetto da una culla termica, presso la struttura ospedaliera del capoluogo ligure.
La richiesta di trasporto è pervenuta dalla Prefettura di Sassari alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di autorizzare e gestire – in coordinamento con Prefetture, Ospedali e Presidenza del Consiglio dei Ministri – questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale, isole comprese.
Per questo tipo di missioni, che richiedono tempi di reazione rapidissimi, l’Aeronautica Militare mantiene assetti ed equipaggi in stato di prontezza operativa, a disposizione dei cittadini ogni singolo giorno dell’anno, 24 ore su 24, in grado di operare in condizioni meteorologiche complesse, assicurando il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita ed equipe mediche, ma anche di organi e ambulanze.

 

 

 

Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Foto di copertina di Elisabetta Puggioni