Strade Sicure: anche durante le feste l’Aeronautica Militare a presidio di diversi aeroporti nazionali


Milano Linate, Bari Palese, Pisa San Giusto, Roma Ciampino e Verona Villafranca: questi gli aeroporti nazionali che vedono impegnati gli uomini e le donne dell’Aeronautica Militare nell’ambito dell’operazione interforze “Strade Sicure” come dispositivi di concorso alle forze di Pubblica Sicurezza.
Si tratta di unità della forza armata specializzate nella difesa terrestre, composte principalmente da Fucilieri dell’Aria del 16° Stormo “Protezione delle Forze” di Martina Franca, che stanno operando presso i citati scali aeroportuali dalla fine del mese di settembre 2018.
Il contributo dell’Aeronautica Militare alla sicurezza degli aeroporti italiani è l’apporto specializzato della forza armata alla dimensione aeronautica dell’operazione “Strade Sicure”, un impegno che dimostra la natura duale della componente Fucilieri dell’Aria, compagine d’élite dell’AM da anni impegnati nella “Force Protection for Air Operation” (Protezione delle Forze nelle Operazioni Aeree).
Inoltre, 150 militari dell’Aeronautica Militare assicurano il proprio contributo nella città di Taranto, con una compagnia composta da militari provenienti da vari Reparti dell’AM, al cui comando si alternano Fucilieri dell’Aria. Nella città ionica i militari svolgono attività di vigilanza e pattugliamento, in concorso alle Forze di polizia, presso il Centro di Accoglienza e Identificazione, il porto e la Casa circondariale.
Il concorso dell’AM all’operazione Strade Sicure è coordinato dal Comando delle Operazioni Aeree (COA), che ha il compito di sincronizzare il lavoro delle unità rischierate presso i siti designati, e dal 16° Stormo quale Comando di Aderenza per garantire, senza soluzione di continuità, il supporto ai dispositivi per il tramite dei reparti della forza armata designati quali basi di prossimità.
Il comando di tutta l’operazione “Strade Sicure” è affidato all’Esercito Italiano, il quale attraverso i Comandi Forze Operative Nord (Padova) e Sud (Napoli) è responsabile dell’intera operazione a livello nazionale.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto di copertina: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare