Boeing annuncia migliorie ai software dei 737 MAX


Con un comunicato stampa Boeing annuncia dei miglioramenti al software dei controlli di volo dei 737 MAX.
“La sicurezza è un valore fondamentale per tutti in Boeing e la sicurezza dei nostri aeroplani, dei passeggeri dei nostri clienti e dei loro equipaggi sono sempre la nostra priorità assoluta.” Si legge nel comunicato. “Il 737 MAX è un aereo sicuro che è stato progettato, costruito e supportato dai nostri dipendenti qualificati che si approcciano al loro lavoro con la massima integrità. Negli ultimi mesi, e in seguito all’incidente aereo occorso al volo Lion Air 610, Boeing ha sviluppato un miglioramento del software dei controllo di volo per i suoi 737 MAX, progettato per rendere ancora più sicuro un velivolo già sicuro.”
Questo intervento include aggiornamenti della flight control law del Maneuvering Characteristics Augmentation System (MCAS), del display dei piloti, dei manuali operativi e dell’addestramento dell’equipaggio. In particolare la flight control law avanzata riguarda gli input di angolo di attacco (AOA), limita i comandi di assetto dello stabilizzatore in risposta a una lettura errata dell’angolo di attacco e fornisce un limite al comando dello stabilizzatore per mantenere l’autorità dell’elevatore.
“Boeing ha lavorato a stretto contatto con la Federal Aviation Administration (FAA) per lo sviluppo, la pianificazione e la certificazione del miglioramento del software,” prosegue il comunicato del costruttore americano “e lo implementerà nella flotta 737 MAX nelle prossime settimane. L’aggiornamento include anche i feedback ricevuti dai nostri clienti.”
La FAA anticiperà la richiesta di questo miglioramento del software con una direttiva sull’aeronavigabilità (AD) entro e non oltre aprile.
“Abbiamo lavorato con la FAA nello sviluppo di questo miglioramento del software.” Sottolinea Boeing. “È importante notare che la FAA non sta richiedendo ulteriori azioni in questo momento e che le azioni richieste nella AD2018-23.5 continuano ad essere appropriate.”
“Una norma di controllo sulla pitch augmentation (MCAS),” prosegue Boeing, “è stata implementata sui 737 MAX al fine di migliorare le caratteristiche di gestione dell’aereo e ridurre la tendenza al pitch-up ad elevati angoli di attacco. Questo sistema era stato sottoposto a test di volo come parte del processo di certificazione prima che il velivolo entrasse in servizio. L’MCAS non controlla l’aereo durante il volo normale; migliora il comportamento dell’aeroplano in una condizione non normale dell’inviluppo di volo.”
Per quanto riguarda manuale delle operazioni dell’equipaggio di volo (FCOM) per i 737 MAX, Boeing sottolinea che esso delinea già una procedura esistente per gestire in sicurezza l’improbabile evento di dati errati provenienti da un sensore di angolo di attacco (AOA).
“Il pilota sarà sempre in grado di ignorare la regola sui controlli di volo usando il trim elettrico o il trim manuale. ” Si legge nel comunicato. “Inoltre questo può essere controllato attraverso l’uso dell’esistente runaway stabilizer procedure come riportato nell’Operations Manual Bulletin (OMB) pubblicato il 6 novembre 2018.”
Nell’esprimere il cordoglio per l’incidente occorso al volo 302 di Ethiopian Airlines, Boeing ha assicurato la sua piena collaborazione alle investigazioni sull’accaduto. Un team di Boeing è stato inviato sul luogo dell’incidente per fornire supporto tecnico alle autorità aeronautiche dell’Etiopia e all’NTSB americano. Secondo il costruttore, al momento ogni ipotesi sulle cause dell’incidente appare ancora del tutto prematura.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto di copertina: Ufficio Stampa Boeing