Ciclone Idai: un KC-767A dell’AM vola in Mozambico con medici e un PMA

E’ decollato ieri, 25 marzo, dall’Aeroporto di Verona, un Boeing KC-767A dell’Aeronautica Militare diretto in Mozambico per trasportare un Posto Medico Avanzato (PMA) di secondo livello destinato ad assistere le popolazioni duramente colpite dal ciclone Idai.
A bordo dell’aereo militare del 14° Stormo anche 27 medici della Regione Piemonte, che raggiungeranno i 13 partiti nella giornata di domenica da Pisa a bordo di un altro velivolo da trasporto dell’Aeronautica Militare (vedi articolo). Sul posto sarà impegnato anche un team di esperti del Dipartimento della Protezione Civile per coordinare le operazioni insieme alle autorità locali e internazionali.
Proseguono, dunque, le attività per l’invio del materiale sanitario da parte del Governo italiano, all’interno della missione di assistenza internazionale nata su richiesta della Commissione Europea agli Stati membri e operata di concerto con la Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e con il supporto del Ministero della Difesa.
Il Capo del Dipartimento della protezione civile, che sta coordinando le operazioni per l’invio del PMA nella città di Beira, era presente a Verona dove ha salutato l’equipaggio del KC-767A e il personale medico in partenza.
“Ancora una volta il Sistema di protezione civile italiano,” ha detto Borrelli, “si dimostra pronto a rispondere alle esigenze di chi sta soffrendo. Presto il PMA sarà attivo a Beira in prossimità dell’ospedale cittadino fortemente danneggiato. L’Italia è orgogliosa di contribuire, con la comunità internazionale, ad alleviare, per quanto possibile, le condizioni di disagio delle popolazioni colpite dal ciclone Idai.”

 

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Dipartimento della Protezione Civile
Foto di copertina di Diego Meloni
Approfondimento. KC-767A (sito Aeronautica Militare)