Sostenibilità e futuro dell’aviazione privata protagonisti dell’EBACE2019


Dal 21 al 23 maggio l’Aeroporto e il Palexpo di Ginevra hanno ospitato l’EBACE2019, l’evento europeo dedicato all’aviazione d’affari e uno dei più importanti appuntamenti a livello mondiale.

Si è chiusa ieri, giovedì 23 maggio, l’edizione 2019 dell’European Business Aviation Convention & Exhibition (EBACE2019), l’appuntamento annuale patrocinato da EBAA (European Business Aviation Association) e NBAA (National Business Aviation Association statunitense) dedicato all’aviazione d’affari che richiama nella città svizzera i principali attori del settore del trasporto aereo privato.
Come ogni anno l’EBACE ha rappresentato un momento di incontro e confronto attraverso il quale operatori, costruttori aeronautici, service provider e stakeholders del settore hanno approfondito alcune delle tematiche più attuali e sfidanti per la business aviation: sostenibilità, innovazione e futuro.

EBACE2019 statica
Tutti concetti ripresi da uno degli argomenti chiave che hanno caratterizzato l’evento: l’uso di carburanti alternativi e sostenibili (SAJF, sustainable alternative jet fuel) per l’aviazione d’affari. Dei 58 velivoli presenti in mostra statica a Ginevra infatti, ben 23 hanno raggiunto la città Svizzera alimentati con carburanti alternativi sostenibili confermando che anche questo segmento del trasporto aereo è già pronto a supportare e adottare i biocarburanti per le proprie operazioni.
I SAJF sono ottenuti da una miscela con un rapporto 50:50 di biocarburante e Jet A1, i biocarburanti sono ottenuti da una vasta gamma di materie prime rinnovabili come i rifiuti biologici o gli oli da cucina esausti.
Il carburante SAJF è certificato dall’ATSM International (già noto come American Society for Testing and Materials) ed è stato testato per avere le medesime caratteristiche fisiche del carburante Jet-A. Il SAJF inoltre non ha le stesse impurità dei carburanti di origine fossile e risulta dunque più “pulito”, producendo meno diossido di zolfo e particolato e, soprattutto, rilasciando nell’atmosfera molti meno gas serra rispetto ai carburanti tradizionali.
Tra gli highlight della tre giorni ginevrina figurano sicuramente le tre proposte di veicoli eVTOL (electric vertical takeoff and landing) sviluppate da FACC AG, MAEM e Pegasus e quella che è stata definita la “urban air mobility revolution”. In pochi anni i velivoli elettrici a decollo ed atterraggio verticale sono passati dall’essere un sogno futuristico a una realtà industriale sempre più concreta sulla quale i grandi costruttori aeronautici e diverse startup stanno investendo importanti cifre. Sono numerose le compagnie che stanno sviluppando dei concept relativi a questa nuova mobilità che, come è stato più volte evidenziato durante l’EBACE2019, rappresenta il complemento ideale per la business aviation.


Ad oggi lo sviluppo degli eVTOL si trova davanti a sfide importanti sia dal punto di vista fisico che da quello economico: tematiche come l’alimentazione dei velivoli, la loro rumorosità, l’integrazione nello spazio aereo esistente, lo sviluppo di infrastrutture e la sicurezza sono i punti focali attorno ai quali le aziende stanno studiando e sviluppando soluzioni molto interessanti per trasformare l’idea della mobilità aerea urbana sostenibile in una realtà sicura e sostenibile.
E sempre a proposito di futuro, sostenibilità e innovazione, un’altra importante tematica dell’EBACE2019 è stata quella dell’ingresso dei giovani in un settore che ha bisogno di rinnovarsi per affrontare le sfide dei prossimi anni. E sono stati proprio i giovani talenti del settore a raccontare al pubblico come hanno trovato il loro primo lavoro nell’aviazione d’affari, a descrivere il loro ruolo attuale nelle aziende e a presentare le opportunità per il futuro di un segmento del trasporto aereo che continua a crescere e a diffondersi a livello globale e che e nel contempo si accinge ad affrontare nuove sfide tecnologiche, necessitando dunque dell’approccio innovativo dei giovani e delle loro idee.
Un’edizione 2019 dell’EBACE proiettata verso gli anni a venire che con tematiche estremamente coinvolgenti e attuali ha ancora una volta riscosso un importante successo di partecipazione: oltre 400 esibitori e migliaia di ospiti, visitatori e giornalisti  hanno confermato quanto la tre giorni di Ginevra sia un appuntamento importante per tutto il comparto dell’aviazione d’affari in Europa e nel mondo.


Soddisfatto per la riuscita dell’evento, il segretario generale dell’EBAA, Athar Husain Khan ha voluto evidenziare i punti successo di questa edizione dell’EBACE: la presentazione di nuovi prodotti, i nuovi modelli di business, le nuove opportunità di investimento e una nuova generazione di professionisti dell’aviazione che, ha sottolineato Khan in una nota, “vogliono lasciare il segno”.
Ed Bolen, presidente e CEO della NBAA ha aggiunto che l’EBACE ancora una volta ha dimostrato di saper rappresentare concretamente il futuro dell’aviazione d’affari con soluzioni sostenibili e innovative che risulteranno rivoluzionarie.
Organizzata congiuntamente da EBAA e NBAA e ospitata presso il Palexpo e l’Aeroporto Internazionale di Ginevra, l’edizione 2020 dell’EBACE si terrà dal 26 al 28 maggio del prossimo anno.

 

Articolo e foto dai nostri inviati a Ginevra: Carlo Dedoni & Elisabetta Puggioni

Foto di copertina. EBACE press office
Approfondimenti: EBACE