EBACE 2019: Leonardo rinnova l’accordo con Sloane e vende due AW109


In occasione dell’EBACE 2019Leonardo ha rinnovato l’accordo di distribuzione con il proprio principale partner sul mercato britannico e irlandese: Sloane Helicopters. L’intesa siglata a Ginevra  riguarda l’estensione dell’accordo di distribuzione nel periodo 2019-2021 per i modelli AW109 GrandNew, AW109 Trekker e AW169 in configurazione VIP, con una previsione di vendita di almeno 8 elicotteri entro il 2021. I primi due elicotteri, un AW109 GrandNew e un AW109 Trekker, sono stati ordinati proprio durante l’EBACE.
In una nota, Sloane ha dichiarato: “Siamo lieti e onorati di poter continuare la nostra stretta collaborazione con Leonardo. Le serie degli elicotteri AW109 e l’AW169 hanno consolidato la propria posizione nel segmento di mercato corporate/VIP, rappresentando un punto di riferimento. Come unico distributore nella regione da oltre 20 anni, Sloane Helicopters, non avendo rivali nella comprensione dei bisogni dei clienti, continua a far leva su questa esperienza offrendo le migliori soluzioni attraverso vendita e supporto post-vendita”.
Fino ad oggi la partnership tra l’azienda italiana e Sloane ha portato alla vendita di circa 80 elicotteri.
“Sulla scia dei significativi successi delle prime varianti dell’AW109 e dell’AW109 GrandNew, il nuovo AW109 Trekker parte con il piede giusto sul mercato della regione con 3 ordini già registrati.” Spiega una nota di Leonardo. “L’AW109 GranNew e l’AW109 Trekker condividono le medesime caratteristiche in termini di potenza, rotori, la cabina più ampia della categoria e le migliori prestazioni in termini di velocità massima. GrandNew e Trekker presentano allo stesso tempo una diversa suite avionica digitale e, nel primo caso, il carrello retrattile e, nel secondo, i pattini. Ciascun modello fornisce ai clienti diverse opzioni in base ai loro requisiti specifici.”
Tra Grand/GrandNew e Trekker, ad oggi, gli ordini per la famiglia di elicotteri AW109 nel mondo ammontano a 450 unità.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto di copertina: Ufficio Stampa Leonardo