Debutta Chair Airlines, la nuova compagnia aerea svizzera

Si chiama Chair Airlines la nuova compagnia aerea svizzera che nasce dalle ceneri di Germania Flug, operativa sullo scalo di Zurigo dal 2014.
“Abbiamo utilizzato la difficile situazione negli ultimi mesi per preparare il nostro rilancio e il nostro nuovo brand sta ora porta una un’immagine di freschezza nel panorama dell’aviazione svizzera,” ha commentato Urs A. Pelizzoni, COO e componente del Supervisory Board di Chair, che spiega il perché della scelta del nome Chair: “Prima di tutto rappresenta il sedile che puoi prenotare su uno dei nostri voli. In secondo luogo, con l’uso di colori differenti per il nome (rosso per ch e blu per air) del nuovo logo, il nome rappresenta il nostro retaggio svizzero, ma è soprattutto un gioco di parole.”
L’operazione di rebranding e il cambio di società a partire dal prossimo 1 luglio 2019 sono dei passaggi chiave dell’intensivo processo di trasformazione alla quale è stata sottoposta Germania Flug AG fin dall’inizio del 2019. Nei mesi scorsi tutte le operazioni, la piattaforma di prenotazione, e diversi processi di lavorazione sono stati analizzati, aggiornati e revisionati.
“Il nostro rilancio è più di un semplice rebranding, è una rinascita”, ha commentato Pelizzoni.
Con la nuova immagine, l’azienda si stacca sia visivamente che legalmente dal suo passato in livrea verde e bianca. “Ma continuerà a trasportare i suoi passeggeri in modo sicuro e affidabile alle loro destinazioni di vacanza.” Spiega un comunicato di presentazione di Chair. “La compagnia aerea ha anche mantenuto il suo precedente concetto di servizio, ovvero tutte le tasse e i supplementi, bibite e, a seconda del tempo di volo, uno spuntino o un pasto caldo, sono ancora inclusi nel prezzo del volo.”
Le tariffe Flex e Flex Plus includono anche un bagaglio da stiva; mentre con la tariffa di base, questo può essere aggiunto con un supplemento.
Il primo Airbus A319 della compagnia è stato già allestito con i nuovi colori e il brand di Chair, mentre gli altri due A319 verranno verniciati a breve.
Nonostante il cambio di nome, la compagnia aerea manterrà lo stesso posizionamento strategico di Germania Flug, a partire dalle relazioni privilegiate con tour operators e agenzie di viaggi. Sia la prenotazione dei biglietti sul sito web www.chair.ch, le attività di subcharter, ACMI e attività ad hoc continuerà senza interruzioni. Chair Airlines inoltre terrà la stessa strategia riguardo le destinazioni: i voli saranno disponibili verso alcune delle principali destinazioni leisure del bacino del Mediterraneo e del Nord Africa e verso alcune città meno battute  come Beirut, Ohrid, Pristina e Skopje. La gamma delle destinazioni servite verrà gradualmente amplitata nel futuro.
“Ma rimaniamo impegnati per una crescita orientata sui clienti e sulla crescita sostenibile,” ha chiarito Pelizzoni.
Dal punto di vista dell’azionariato, la nuova compagnia è controllata al 50,01% da Schweizer Albex Aviation AG e al 49,99% dalla compagnia aerea polacca Enter Air. La flotta è composta da tre Airbus A319 da 150 posti. Lo staff della compagnia conta 150 persone tra equipaggi di condotta e di cabina e personale amministrativo.
“L’agenzia Branders di Zurigo , che era responsabile per il rilancio della compagnia ha lavorato sul nome Chair per mettere a fuoco l’essenza della compagnia aerea: una società nuova, semplice e dinamica società che tratta i suoi partner, clienti e dipendenti in modo spensierato, divertente, rispettoso, e avvicinabile, forse a volte anche un  po’ sfacciato a volte.” Spiega un comunicato della nuova compagnia aerea svizzera.
“In una giovane compagnia con gerarchie piatte e mancanza di burocrazia, puoi scegliere di fare le cose in modo diverso e a volte e avere il coraggio di emergere nel mercato. La scelta del nome Chair già lo dimostra chiaramente,” ha commentato l’amministratore delegato di Branders, René Allemann.

 

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Chair Airlines
Foto di copertina di Carlo Dedoni
Approfondimento: Chair Airlines