Doppio volo salvavita dalla Sardegna per i velivoli dell’Aeronautica Militare


Doppio intervento salvavita nella giornata di ieri, venerdì 23 agosto, per i velivoli dell’Aeronautica Militare. Il primo volo si è concluso intorno alle 12:00 ed ha consentito il trasporto urgente da Olbia a Milano di un anziano di 78 anni, per il quale si è reso necessario un intervento specialistico presso l’Ospedale San Raffaele di Milano.
La richiesta, come previsto dalle procedure di urgenza per questo tipo di trasporti, è pervenuta dalla Prefettura di Nuoro alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, il centro operativo dell’Aeronautica Militare che ha il controllo degli assetti a disposizione per questo genere di missioni su tutto il territorio nazionale.
Per l’uomo, affetto da una grave crisi cardiaca, è stato deciso il trasferimento immediato dall’Ospedale San Francesco di Nuoro, dove era ricoverato, alla struttura ospedaliera milanese. La Sala Situazioni di Vertice ha quindi attivato uno dei velivoli della forza armata in servizio di prontezza operativa 24 ore su 24.
Un Falcon 50 del 31° Stormo è quindi decollato dall’aeroporto militare di Ciampino e giunto all’Aeroporto di Olbia per imbarcare l’anziano e l’equipe medica, è immediatamente ripartito alla volta di Milano Malpensa per consentire il successivo trasporto verso l’ospedale del capoluogo lombardo.
A poche ore di distanza dal primo soccorso, su attivazione della Prefettura di Cagliari, è stato portato a termine anche il secondo trasporto, condotto questa volta a favore di una bambina di 3 anni bisognosa di essere trasferita d’urgenza dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cagliari al Policlinico di San Donato Milanese. La piccola, accompagnata dai genitori e da un’equipe medica, è giunta a Milano intorno alle ore 20:30, è stata subito trasferita in ambulanza all’ospedale milanese per ricevere le necessarie cure specialistiche.
Entrambe le missioni sono state gestite dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa di Forza Armata che si occupa anche del coordinamento di questo genere di missioni a favore della collettività.
Il Falcon 50 è solo uno degli assetti che l’Aeronautica Militare mantiene in prontezza operativa ogni giorno, 24 ore su 24, per prestare soccorso alla collettività. Attraverso i suoi Reparti di Volo infatti, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento ed in grado di operare anche in condizioni meteorologiche avverse, per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto oggi per il piccolo paziente, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti.

 

 

Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Foto di copertina di Salvatore Cossu
Approfondimento: 31° Stormo