Thai Airways incrementa l’operativo dall’Aeroporto di Roma Fiumicino

Thai Airways International ha annunciato nelle scorse settimane l’incremento dell’operativo tra l’Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino e l’Aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok. A partire da sabato 2 novembre 2019 THAI opererà il nuovo volo non-stop da Roma a Bangkok, offrendo una frequenza di cinque voli alla settimana.
“Sono entusiasta di annunciare l’introduzione di un’ulteriore frequenza nell’operativo dei voli da Roma a Bangkok. La nuova frequenza del sabato, porterà a 5 i collegamenti settimanali fra le due città e ad un totale di 10 voli non-stop a settimana fra Italia e Thailandia”, ha dichiarato Armando Muccifora, Sales Manager Italy, South East Europe, Mediterranean & Africa di THAI. “L’incremento dell’operativo è un’ulteriore opportunità di rafforzamento della nostra leadership verso la Thailandia e il Sud Est Asiatico e allo stesso tempo ci consentirà il consolidamento della crescita verso le maggiori destinazioni del nostro Network con conseguente progressivo aumento del Market share di THAI nel mercato italiano. L’introduzione della nuova frequenza del sabato offrirà ai passeggeri, sia business che leisure, un accesso ancora più comodo a tutte le destinazioni del nostro network, risultando un importante traguardo per la Compagnia e una perfetta testimonianza di quanto il mercato italiano sia importante e in crescita”.
Il volo non-stop da Roma a Bangkok opererà cinque giorni alla settimana nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica. Nel complesso, con il nuovo operativo, THAI offrirà un totale di 10 voli non-stop alla settimana dall’Italia alla Thailandia dagli aeroporti di Roma Fiumicino (5 voli/settimana) e Milano Malpensa (5 voli/settimana).
Tutti i voli dall’Italia a Bangkok sono operati da aeromobili di ultima generazione Airbus A350-900 configurati in due classi di servizio (Royal Silk Class ed Economy Class).

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Thai Airways
Foto di copertina di Salvatore Cossu