Nell’estate 2019 Volotea ha trasportato 1,6 milioni di passeggeri in Italia

Volotea prosegue la crescita in Italia e durante l’estate 2019 (giugno – agosto) ha raggiunto quota 1,6 milioni di passeggeri trasportati, con un load factor a livello nazionale del 95%. Per affrontare al meglio il periodo di picco della stagione estiva la compagnia aveva predisposto un piano da 15 milioni di euro per migliorare i servizi offerti ai suoi passeggeri. Tra gli investimenti la compagnia ha predisposto un miglior coordinamento delle operazioni di volo, risorse di back-up e nuovi e ottimizzati servizi dedicati ai passeggeri sia in aeroporto sia a bordo o tramite il call center.
“Questo continuo processo di miglioramento ha dato i suoi frutti permettendo a Volotea di crescere molto in Italia durante l’estate 2019: da giugno ad agosto, il vettore ha trasporto più di 1,6 milioni di passeggeri, incrementando del 14% il volume di passeggeri rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.” Spiega un comunicato della low cost. “Ma non solo. Volotea, infatti, ha anche arricchito la sua offerta di voli in Italia, proponendo un totale di più di 12.000 voli, 1.400 in più rispetto allo scorso anno. Ottimo anche il tasso di puntualità registrato in Italia durante i mesi più caldi (OTP 180), che si attesta al 99,45%.”
Volotea è cresciuta da giugno ad agosto, trasportando più di 3 milioni di passeggeri a livello internazionale, pari a un incremento del 14% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un balzo di quasi mezzo milione di passeggeri rispetto al 2018: oltre agli oltre 1,6 milioni di clienti trasportati in Italia, durante il trimestre di picco estivo la compagnia ha trasportato 1,3 milioni di viaggiatori in Francia.  Anche in Spagna e in Grecia si è registrato un aumento significativo del volume di passeggeri trasportati, oltre mezzo milione in ciascun paese. Rispetto allo scorso anno, la Grecia è stata il Paese in cui Volotea ha incrementato maggiormente (+25%) il volume di passeggeri trasportati in questi 3 mesi.
Inoltre Volotea ha aggiunto quest’anno alla sua flotta 6 aerei Airbus A319, avendo così a disposizione un totale di 36 aerei, 4 dei quali hanno rafforzato l’integrità operativa del vettore.
“Questa flotta di back up, strategicamente posizionata in Francia, Grecia e in Italia, ha consentito una rapida risposta in caso di necessità.” Spiega la compagnia. “Questo continuo processo di miglioramento ha dato i suoi frutti durante l’estate 2019: negli ultimi 3 mesi, nonostante lo spazio aereo europeo fosse congestionato, il tasso di puntualità in tutto il network del vettore è stato del 73% (On Time Performance 15 Arrivals- Flightstats) e del 99,5% (On Time Performance 180 Arrivals- Flightstats). Allo stesso tempo, durante questo periodo, Volotea ha incrementato la sua offerta: grazie ai 23.000 voli distribuiti in 3 mesi – pari a più di 270 voli giornalieri – il vettore ha trasportato 3 milioni di clienti, totalizzando un load factor medio del 96%. In tutte le basi è stato registrato un load factor superiore al 95% e, ad agosto, si sono registrate punte del 100% a Bilbao e del 99% a Nantes e Verona.”
Isidre Porqueras, Chief Operating Officer di Volotea, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti degli ottimi risultati registrati in Italia durante il periodo estivo e siamo felici di come il nostro investimento pre-estivo abbia dato i suoi frutti, garantendo la massima affidabilità delle nostre rotte. Vogliamo ringraziare i moltissimi passeggeri che hanno deciso di viaggiare con noi in Italia durante gli scorsi mesi. Stiamo lavorando a stretto contatto con gli aeroporti in cui voliamo per annunciare presto tante novità per il 2020.”
Nel 2019, Volotea ha aperto 41 nuove rotte per un totale di 319 collegamenti in oltre 80 medie e piccole destinazioni europee in 13 Paesi: Francia, Italia, Spagna, Germania, Grecia, Croazia, Repubblica Ceca, Portogallo, Malta, Austria, Irlanda, Lussemburgo e Marocco. La compagnia aerea stima di trasportare tra i 7,5 e gli 8 milioni di passeggeri nel 2019.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Volotea
Foto di copertina di Carlo Dedoni