Air Astana si impegna all’acquisto di 30 Boeing 737 MAX per la sua low cost FlyArystan

Air Astana si è impegnata ad ordinare 30 velivoli Boeing 737 MAX 8 come spina dorsale della sua nuova compagnia aerea low cost FlyArystan (vedi articolo sul lancio della compagnia), la compagnia di bandiera kazaka e Boeing hanno annunciato la sigla dell’accordo al Dubai Airshow. Una volta finalizzato l’ordine avrà un valore di listino di 3,6 miliardi di dollari.
Dall’inizio delle attività nel maggio 2002, Air Astana ha ampliato la propria attività dai suoi hub di Almaty e Nur-Sultan (ex Astana), creando una rete che serve le principali città in Kazakistan, Asia centrale, Asia, Cina, Europa e Russia. Attualmente la compagnia aerea gestisce una flotta in crescita che comprende i Boeing 757 e 767 e aeromobili della famiglia Airbus A320.
Lo scorso maggio, Air Astana ha lanciato la sua contollata low cost FlyArystan per competere meglio nel crescente segmento a basso costo.
“Dal suo lancio a maggio di quest’anno, FlyArystan ha superato tutte le aspettative ed è chiaro che i viaggi aerei a basso costo hanno un grande futuro in Kazakistan e in Asia centrale”, ha affermato Peter Foster, presidente e CEO di Air Astana. “Air Astana ha avuto un forte rapporto con Boeing da quando la compagnia aerea ha iniziato a volare nel 2002 con una coppia di 737NG. Oggi operiamo sia con 757 sia con 767 e riteniamo che il MAX fornirà una solida piattaforma per la crescita di FlyArystan in tutta la nostra regione. , una volta che l’aeromobile è tornato con successo in servizio.”
“Air Astana è diventata una delle principali compagnie aeree dell’Asia centrale con una profonda attenzione a sicurezza, affidabilità, efficienza e servizio clienti. In Boeing condividiamo gli stessi valori e siamo onorati di espandere la nostra partnership con il 737 MAX”, ha affermato Stan Deal, presidente e amministratore delegato di Boeing Commercial Airplanes. “Riteniamo che l’efficienza e l’affidabilità integrate nel 737 MAX si adattino perfettamente a FlyArystan. Non vediamo l’ora di lavorare con Peter e il suo team per concludere un accordo che soddisfi i loro requisiti di flotta e operativi.”

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto di copertina: Ufficio Stampa Boeing Media