Aeronautica Militare: un C-130 in volo per soccorrere una donna

Ieri sera una donna in imminente pericolo di vita è stata trasportata dall’Aeroporto di Lamezia Terme a quello di Pisa con un aereo C-130J della 46a Brigata Aerea per il successivo ricovero nell’ospedale Cisanello della cittadina toscana.  Sul velivolo è stata imbarcata l’ambulanza con a bordo la paziente e un’equipe medica.
La richiesta di trasporto è pervenuta dalla Prefettura di Cosenza alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale.
Alle 16:10 circa il C-130J era decollato dall’Aeroporto di Pisa, sede della 46a Brigata Aerea, in direzione di Lamezia Terme, dove subito dopo l’atterraggio sono state svolte le operazioni di imbarco dell’autoambulanza.
Ripartito dalla città calabrese, verso le 21:00 il velivolo è atterrato nell’aeroporto di Pisa, da dove la paziente è stata trasferita in ospedale.
Missioni di questo tipo necessitano della massima tempestività. Attraverso i suoi reparti di volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in qualsiasi condizione meteorologica per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto ieri, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti.

 

 

Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto di copertina di Elisabetta Puggioni
Approfondimento: C-130J (Sito Aeronautica Militare)