Un Falcon 50 dell’Aeronautica Militare in volo da Pescara a Venezia per soccorrere un uomo in pericolo di vita

Non si ferma l’impegno dell’Aeronautica Militare in favore della collettività. Oggi un velivolo della forza armata è intervenuto per soccorrere un uomo colto da un gravissimo malore nel pescarese. Un altro volo d’urgenza era stato effettuato ieri per salvare la vita ad una neonata sarda di soli 10 giorni di vita (vedi articolo).
Allertata dalla Prefettura di Chieti che ne ha chiesto l’immediato intervento, la Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea ha subito attivato un Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino.
L’intervento è stato effettuato sulla tratta Pescara – Venezia. L’uomo, in pericolo di vita e precedentemente ricoverato presso il P.O. Clinicizzato “SS. Annunziata” di Chieti, è stato imbarcato e trasportato a Venezia per consentirne il successivo ricovero presso la Clinica Chirurgica III dell’Azienda Ospedaliera di Padova.
Decollato da Pescara intorno alle 12:30, l’atterraggio a Venezia si è concluso intorno alle ore 13:15.
Interventi di questo tipo vengono effettuati dall’Aeronautica Militare su tutto il territorio nazionale. Si tratta di missioni che necessitano della massima prontezza e tempestività. Attraverso i suoi Reparti di volo, l’Aeronautica mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto in questi ultimi due giorni, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto di copertina di Carlo Dedoni