Il Pilatus PC-24 certificato per le operazioni su tutti i tipi di pista semipreparata

Il Pilatus PC-24 ha ottenuto la certificazione per decolli e atterraggi su erba, terra bagnata e neve. Il business jet del costruttore svizzero ora ha la certificazione full field, dato che nel 2018 aveva già ottenuto il certificato per le operazioni su sabbia asciutta e ghiaia.
Nel corso del 2019 è stata condotta una campagna di test post-certificazione completa per validare le operazioni del PC-24 su piste non pavimentate e in condizioni diverse. Con effetto immediato, tutti i PC-24 possono ora operare anche su piste non asfaltate bagnate e innevate.
Sviluppato per essere utilizzato sin dall’inizio su ogni tipo di campo di volo, il jet svizzero si conferma come uno dei velivoli più versatili e flessibili. Rispetto ad altri jet commerciali attualmente sul mercato, infatti, il PC-24 consente l’accesso a quasi il doppio degli aeroporti in tutto il mondo.
Oscar J. Schwenk, presidente di Pilatus, ha commentato: “Sono lieto di constatare il buon esito di questi dettagliati test. Il nostro PC-24 ha dimostrato di essere in grado di effettuare l’intera gamma di missioni per le quali è stato sviluppato. Il Royal Flying Doctor Service in Australia e gli operatori del Nord America o dell’Africa utilizzano già regolarmente piste non pavimentate, a dimostrazione di quanto sia unico il PC-24: quel tipo di funzionalità è disponibile solo con il Pilatus Super Versatile Jet.”
L’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea (EASA) richiede che i test per la certificazione della capacità di decollo e atterraggio siano effettuati su diverse piste. Dopo un’attenta valutazione delle condizioni locali, sono stati effettuati test in diverse località in America e in Europa.
L’eccellente pista di Goodwood, in Inghilterra, è stata selezionata per le prove su erba secca. Ulteriori test sulle piste erbose sono stati effettuati a Kunovice nella Repubblica Ceca, a Poitiers in Francia e a Duxford, in Inghilterra. A Woodbridge, in Inghilterra, sono state riprodotte in parte condizioni complesse al fine di soddisfare tutte le specifiche di prova per decolli e atterraggi su superfici bagnate. Il PC-24 è stato pilotato anche in Nord America: i test su piste di ghiaia innevate, infatti, sono stati eseguiti a Kuujjuaq in Canada.

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Pilatus
Foto di copertina © Pilatus Aircraft Ltd