Proseguono i voli di rimpatrio di Alitalia

Alitalia opererà nuovi voli di rimpatrio in collaborazione con l’Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri e annuncia più collegamenti di linea per agevolare il ritorno in Italia di migliaia di connazionali, tra i quali molti studenti.
“In linea con la missione di assicurare un servizio pubblico essenziale,” spiega un comunicato della compagnia aerea, “Alitalia ha incrementato, da oggi, il numero dei voli di linea a cinque al giorno da Londra Heathrow per venire incontro alle esigenze di chi desidera tornare dal Regno Unito. Da Bruxelles i voli Alitalia sono diventati due al giorno per soddisfare anche le esigenze di chi si trova in Olanda, dopo il blocco dei servizi su Amsterdam. Aumentati a due al giorno anche i collegamenti da Parigi. I biglietti anche per questi voli sono in vendita sul sito alitalia.com.”
Prosegue anche l’organizzazione di voli speciali per facilitare il rimpatrio di migliaia di connazionali da quei paesi verso i quali non è più possibile operare normali servizi di linea, a causa delle restrizioni imposte al traffico aereo da e per l’Italia.
Nelle prossime ore saranno organizzati altri voli speciali dalla Spagna (Madrid e Malaga) fra il 21 e il 26 marzo, dalla Moldavia (Chişinău) per il 22 marzo, dalla Grecia (Atene) e dalla Polonia (Varsavia) per il 23 marzo, dall’Ucraina (Kiev) per il 25 marzo e dalla Serbia (Belgrado) per il 26 marzo.
Dall’inizio dell’emergenza Alitalia ha già effettuato collegamenti speciali dalle Maldive, Pointe-à-Pitre (Guadalupa), Varsavia, Sofia, Kiev, Madrid, Malaga, Bucarest, Algeri e Tunisi riportando in Italia oltre tremila connazionali.
“Al momento non risulta inevasa alcuna richiesta di voli speciali,” specifica Alitalia, “tuttavia la compagnia resta in costante contatto con l’Unità di Crisi della Farnesina per predisporne di nuovi sia passeggeri sia merci.”

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Alitalia
Foto di copertina di Carlo Dedoni