Air France e KLM modificano le policy di gestione dei rimborsi per i voli cancellati

Air France e KLM annunciano una modifica alla loro politica commerciale relativa ai rimborsi per le cancellazioni dei voli.  Dall’inizio della crisi, Air France e KLM hanno emesso buoni rimborsabili a fronte del numero ingente di cancellazioni di voli, tali buoni sono rimborsabili dopo 12 mesi se non sono stati completamente utilizzati.
Visti i recenti sviluppi sulla situazione sanitaria globale e la graduale revoca delle misure di quarantena, le due compagnie hanno deciso di adeguare la loro politica sui rimborsi per le cancellazioni dei voli dal 15 maggio in poi.
Ai clienti interessati verrà offerta la scelta di un voucher o di un rimborso in contanti. Tuttavia, in considerazione dell’entità di questa crisi e del numero di cancellazioni, l’elaborazione delle transazioni potrebbe richiedere più tempo.
Nel contempo Air France e KLM aumentano anche l’attrattiva dei buoni, accogliendo l’invito della Commissione UE (vedi articolo), emessi prima o dopo il 15 maggio aggiungendo un bonus del 15% al ​​valore totale del biglietto iniziale. Questo valore extra può essere utilizzato per una nuova prenotazione ma non sarà incluso nel pagamento in contanti dopo 12 mesi se non è stata effettuata una nuova prenotazione.
I team di Air France e KLM stanno lavorando all’implementazione tecnica del potenziamento di questi buoni e maggiori dettagli verranno resi noti nei prossimi giorni.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa KLM
Foto di copertina di Carlo Dedoni