Le associazioni aeronautiche europee chiedono all’UE un quadro normativo chiaro e inclusivo per le operazioni coi droni

La European Business Aviation Association (EBAA) insieme alle principali associazioni aeronautiche europee chiedono alla Commissione Europea di sviluppare un approccio inclusivo e cooperativo per garantire l’integrazione sicura dei droni nello spazio aereo europeo.
I firmatari congiunti dell’iniziativa ‘We are all ONE in the sky’ hanno inviato una lettera aperta al commissario europeo per i trasporti, Adina Vălean, sulla proposta dell’EASA di un quadro normativo di alto livello per le operazioni di volo a pilotaggio remoto e la gestione del traffico dello U-Space (lo spazio aereo fino a 500 piedi).
Commentando la lettera aperta, il segretario generale dell’EBAA, Athar Husain Khan, ha dichiarato: “L’EBAA ha sempre sostenuto un approccio inclusivo che tiene conto delle esigenze di tutti gli utenti dello spazio aereo. L’attuale proposta dell’EASA è un primo passo promettente, ma sono necessari ulteriori lavori per trovare una soluzione che non limiti la disponibilità dello spazio aereo.”

La lettera invita la Commissione europea a;

  • Sviluppare ulteriormente l’ultima proposta di regolamento per garantire il sostegno del settore dell’aviazione;
  • Avviare una nuova e più completa consultazione, coinvolgendo i rappresentanti chiave delle organizzazioni aeronautiche con e senza equipaggio;
  • Garantire trasparenza ed efficienza nei processi regolamentari e nei relativi processi decisionali.

I firmatari della lettera incoraggiano e sostengono l’ambizione dell’Unione Europea di guidare gli sforzi globali per sviluppare un quadro regolamentare proporzionato per lo U-Space. Dal punto di vista della sicurezza, della pubblica sicurezza, della capacità e dell’economia, un quadro normativo basato sulle prestazioni e sul rischio può fornire una certezza a tutti gli utenti dello spazio aereo e alla comunità aeronautica. In definitiva, può anche facilitare l’integrazione sicura dei droni nei cieli europei, garantendo la crescita dei servizi commerciali implementabili con i sistemi a pilotaggio remoto.
Secondo le associazioni aeronautiche europee ritengono che il prossimo regolamento in materia di U-Space rappresenti un’importante prima opportunità per raggiungere questo obiettivo in tutto il mondo. Gli insegnamenti tratti dall’attuazione della proposta di regolamento in Europa dovrebbero essere sfruttati per informare il Global UTM Framework dell’ICAO e altri sforzi normativi in ​​tutto il mondo. Pertanto, è fondamentale che il quadro normativo raggiunga una serie di principi chiave, come stabilito nella lettera inviata nel novembre 2019, e garantisca il buy-in dell’intero settore – presidiato e non presidiato.
“Sebbene siano stati compiuti alcuni progressi da quando il primo progetto di parere è stato pubblicato nell’ottobre 2019,” afferma la lettera, “il progetto di regolamento rivisto non affronta ancora completamente le preoccupazioni sollevate dalle parti interessate nella loro lettera di novembre. I firmatari mantengono preoccupazioni su una serie di questioni, comprese le implicazioni per la sicurezza di tutti gli utenti dello spazio aereo; il livello di chiarezza sulle responsabilità degli attori all’interno del sistema; come facilitare l’interoperabilità e l’integrazione delle operazioni; le potenziali implicazioni della proposta architettura del sistema; e aspetti pratici su come un tale quadro potrebbe essere implementato.”
I firmatari chiedono alla Commissione Europea e agli Stati membri di tenere conto di tali preoccupazioni e suggerimenti nel valutare come procedere al meglio con questo importantissimo regolamento.

All’iniziativa ‘We are all ONE in the sky’ aderiscono:

  • Airlines for Europe (A4E)
  • Airports Council International Europe (ACI EUROPE)
  • Airlines International Representation in Europe (AIRE)
  • Air Traffic Controllers European Unions Coordination (ATCEUC)
  • Civil Air Navigation Services Organisation (CANSO)
  • Europe Air Sports (EAS)
  • European Business Aviation Association (EBAA)
  • European Cockpit Association (ECA)
  • European Helicopter Association (EHA)
  • European Regions Airline Association (ERA)
  • European Transport Workers’ Federation (ETF)
  • General Aviation Manufacturers Association (GAMA)
  • International Council of Aircraft Owner and Pilot Associations (IAOPA)
  • International Air Transport Association (IATA)
  • International Federation of Air Line Pilots’ Associations (IFALPA)
  • International Federation of Air Traffic Controllers’ Associations (IFATCA)
  • International Federation of Air Traffic Safety Electronics Associations (IFATSEA)

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa EBAA
Foto di copertina di Salvatore Cossu