Il Consiglio europeo dà il via libera alle misure di aiuto per il settore del trasporto aereo

Oggi il Consiglio europeo ha adottato una modifica temporanea delle norme sui servizi aerei a sostegno delle compagnie aeree e degli aeroporti a fronte del forte calo del traffico causato dalla pandemia da Coronavirus. Unitamente ad un intervento relativo al trasporto ferroviario, questa decisione del Coniglio fa parte del pacchetto di emergenza per i trasporti presentato dalla Commissione il 29 aprile 2020.
“La pandemia sta avendo un impatto senza precedenti sul settore dell’aviazione, con la crisi di liquidità che rischia di generare insolvenze e minaccia di milioni di posti di lavoro in pochi mesi se lasciata senza indirizzo. Le misure adottate oggi aiuteranno a evitare oneri amministrativi superflui per gli Stati membri e mitigheranno gli impatti sul settore durante la crisi.” Ha commentato Oleg Butković, ministro croato per il mare, i trasporti e le infrastrutture e  presidente del Consiglio.
Il regolamento sul trasporto aereo modifica le norme sulle licenze dei vettori aerei in caso di problemi finanziari causati dalla pandemia da COVID-19 al fine di evitare inutili oneri amministrativi. Introduce inoltre una deroga alle procedure utilizzate dagli Stati membri per imporre restrizioni sui diritti di traffico per far fronte alle emergenze derivanti da circostanze imprevedibili e inevitabili.
La deroga chiarirà che uno Stato membro può temporaneamente mantenere in vigore una serie di misure di emergenza giustificate e proporzionate per un periodo superiore a 14 giorni, ma la misura può rimanere in vigore solo finché sussistono rischi per la salute pubblica chiaramente collegati alla pandemia. La Commissione può sospendere tale azione su richiesta di qualsiasi Stato membro interessato o di propria iniziativa.
Inoltre, nuove norme temporanee sui servizi di assistenza a terra aiuteranno gli aeroporti a continuare a operare in caso di fallimento di una società di assistenza a terra, introducendo una procedura diretta per la selezione dei fornitori di servizi. Tale misura aiuterà anche gli aeroporti a evitare gare complesse consentendo l’estensione dei contratti fino al 2022.
La votazione del Consiglio sul regolamento sul trasporto aereo e sulla direttiva ferroviaria è stata adottata mediante una procedura scritta, conclusasi oggi. Il Parlamento europeo ha votato il 15 maggio 2020. Gli atti legislativi entreranno in vigore il giorno successivo alla loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’UE; la data di pubblicazione è prevista per il 27 maggio 2020.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Consiglio Europeo
Foto di Salvatore Cossu