Lufthansa: trovato l’accordo sul pacchetto di stabilizzazione

Il consiglio di amministrazione di Lufthansa ha deciso di accettare gli impegni offerti dalla Germania alla Commissione europea per il pacchetto di stabilizzazione negoziato con il fondo di stabilizzazione economica (WSF) della Repubblica federale di Germania.
“La portata delle condizioni richieste dal punto di vista della Commissione europea è stata ridotta rispetto alle indicazioni iniziali.” Spiega un comunicato della compagnia aerea. “Lufthansa sarà quindi obbligata a trasferire a un concorrente sia nell’aeroporto di Francoforte sia di Monaco fino a 24 diritti di decollo e atterraggio (slot), vale a dire tre diritti di decollo e tre di atterraggio per aeromobile e giorno, per la sosta di un massimo di quattro aerei. Questa opzione è disponibile per un anno e mezzo solo per i nuovi competitor negli aeroporti di Francoforte e Monaco. Se nessun nuovo concorrente si avvale di questa opzione, sarà estesa ai concorrenti esistenti nei due aeroporti.”
Gli slot verranno assegnati tramite una procedura di offerta e potranno essere rilevati solo da un concorrente europeo che non ha ricevuto alcuna sostanziale ricapitalizzazione dello stato a causa della pandemia da COVID-19.
Il Consiglio di vigilanza (che nei giorni scorsi non aveva approvato i pacchetto per le troppe restrizioni sui due hub) deve ora approvare il pacchetto di stabilizzazione negoziato con il WSF, compresi gli impegni nei confronti della Commissione europea. Dopo la decisione dell’organismo di vigilanza, la società intende convocare un’assemblea generale straordinaria nel prossimo futuro per ottenere l’approvazione degli azionisti per le misure di stabilizzazione del WSF.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Lufthansa
Foto di copertina di Carlo Dedoni