Dal 1 luglio riapre l’area di imbarco E dell’Aeroporto di Roma Fiumicino

Aeroporti di Roma informa che da domani, 1 luglio, in concomitanza con la progressiva riapertura delle frontiere internazionali extra-Schengen, torna operativa l’area di imbarco E dello scalo di Roma Fiumicino, chiusa lo scorso 27 marzo a causa delle molteplici cancellazioni di voli da e per l’Italia per effetto dell’emergenza COVID-19.
“Questa decisione conferma il forte impegno di ADR ad accompagnare la ripresa del traffico aereo, mettendo nuovamente a disposizione dei passeggeri un’infrastruttura all’avanguardia che, grazie ad un’elevata qualità dei servizi offerti ed al maggiore comfort, ha contribuito in modo decisivo al riconoscimento di Fiumicino quale miglior aeroporto in Europa negli ultimi tre anni.” Spiega una nota di Aeroporti di Roma. “Rappresenta anche un segnale concreto di ADR nei confronti degli operatori commerciali per un progressivo ritorno verso la normalità: nell’area di imbarco E, infatti, è presente un’esclusiva galleria dello shopping, tra le più grandi realizzate in un hub europeo che rappresenta una vera e propria piazza del “Made in Italy”, con un’offerta unica nel settore moda-lusso e della ristorazione. La gran parte dei punti vendita presenti a Fiumicino hanno confermato la ripresa delle attività. E tra questi, anche i migliori marchi italiani.”
La riapertura dell’area di imbarco E comporta una modifica dell’attuale configurazione dello scalo di Fiumicino. Dal primo luglio, mentre tutte le operazioni di check-in e i controlli di sicurezza verranno ancora effettuati al Terminal 3, non saranno invece più utilizzati i moli B e D, finora riservati rispettivamente ai voli nazionali/Schengen e Extra Schengen. Tutti i voli saranno operati dalla area di imbarco E, dove per l’occasione è stata installata una nuova area per il controllo dei passaporti e dalla quale saranno possibili anche i transiti da e per destinazioni extra Schengen. Non cambia nulla per gli arrivi e per la riconsegna bagagli che continuano ad essere effettuate al Terminal 3.
Aeroporti di Roma ricorda che, in base alle ultime disposizioni governative, l’ingresso in aerostazione, previo controllo della temperatura corporea con i termoscanner, è consentito solo ai passeggeri e agli operatori aeroportuali attraverso l’ingresso 5 piano partenze del Terminal 3 e al mezzanino sempre del Terminal 3 per chi arriva dai parcheggi multipiano e dalla stazione ferroviaria. L’uscita dal terminal è consentita a livello partenza del Terminal 3 dalla porta 3 e a livello arrivi dalla porta 2. Si ricorda, inoltre, che all’interno dello scalo – come in tutti i locali chiusi aperti al pubblico – è obbligatorio indossare la mascherina di protezione e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro.
Questa misura si aggiunge a tutte le altre iniziative adottate da ADR per rendere lo scalo sicuro e confortevole: dall’attività di sanificazione dell’intero perimetro aeroportuale, fino alla rimodulazione gli spazi all’interno dello scalo per garantire il distanziamento sociale che viene indicato da una nuova segnaletica. Sono state poi incrementate le informazioni sui monitor di servizio, aggiunti totem informativi e installati oltre 250 dispenser di gel igienizzante e distributori di mascherine.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto di copertina: Ufficio Stampa Aeroporti di Roma