Smart Security Vision 2040: ACI World presenta un nuovo concept di sicurezza aeroportuale

Airports Council International (ACI) World ha presentato la sua Smart Security Vision 2040, un documento che pone le basi per un’esperienza di screening di sicurezza aeroportuale senza soluzione di continuità in una realtà operativa post-COVID-19. Questa iniziativa fa parte del programma Smart Security teso a promuovere concetti e soluzioni che adottano un approccio basato sul rischio, aumentano l’efficienza e migliorano l’esperienza dei passeggeri, garantendo nel contempo operazioni aeroportuali sicure. Il programma riunisce una coalizione dei principali aeroporti, autorità di regolamentazione e compagnie aeree.
Se da un lato il documento esplora diverse tendenze a lungo termine che interessano il trasporto aereo e gli aeroporti, esso tiene pienamente conto del contesto attuale della ripresa economica e operativa dalla crisi COVID-19 e della maggiore attenzione del settore alla salute e alla pulizia. La Smart Security Vision include elementi innovativi come l’intelligenza artificiale e l’uso crescente di big data e rilevamento stand-off. Queste innovazioni che promuovono un approccio più semplice e senza contatto allo screening di sicurezza negli aeroporti – che è diventato un obiettivo ancora più importante durante l’attuale pandemia – hanno il potenziale di trasformare radicalmente il modo in cui i passeggeri e il bagaglio vengono sottoposti a controllo.
“Mentre l’industria aeronautica continua a pianificare una ripresa vigorosa da una crisi COVID-19 senza precedenti, ACI ritiene che qualsiasi iniziativa che utilizza una tecnologia migliorata per agevolare viaggi dei passeggeri senza contatto e più efficienti debba essere accelerata”, ha dichiarato il direttore generale ACI, Luis Felipe De Oliveira. “L’obiettivo di Vision 2040 non è solo quello di evidenziare la tecnologia e i processi disponibili oggi, ma anche di esaminare quelli del futuro che tengono conto delle mutevoli esigenze e aspettative dei passeggeri in seguito alla pandemia di COVID-19 e dei suoi effetti. La Smart Security mira a garantire una sicurezza efficace durante tutto il viaggio del passeggero, offrendo un’esperienza passeggeri senza soluzione di continuità e la capacità di allontanarsi da un approccio unico per tutti.”
Per definire il futuro dello screening dei passeggeri e dei bagagli, ACI World ha svolto ricerche sul mercato, cercando opinioni di numerosi esperti del settore per valutare i potenziali progressi nello screening della sicurezza aerea. La nuova visione esplora le tendenze a livello macro e micro che interessano gli aeroporti, come la crescita del traffico, la sostenibilità, le aspettative dei passeggeri e l’evoluzione delle minacce alla sicurezza e le implicazioni per l’infrastruttura aeroportuale.
“Speriamo che Smart Security Vision 2040 ispiri una serie di parti interessate, dagli aeroporti ai governi e ai produttori, a impegnarsi in discussioni ponderate sul modo migliore per ottenere un futuro migliore per la sicurezza degli aeroporti, soprattutto mentre pianifichiamo il nostro recupero a lungo termine dal COVID-19”, ha concluso Luis Felipe de Oliveira.
Il documento è stato concepito in maniera tale da poter essere continuamente modificato e aggiornato, e proprio il contributo degli stakeholder sarà parte integrante della sua evoluzione.

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa ACI World