Un C-130 dell’Aeronautica Militare opera due voli con aiuti umanitari per la popolazione ucraina colpita dall’alluvione

Nei giorni scorsi un velivolo C-130J dell’Aeronautica Militare ha effettuato due voli verso l’Ucraina per portare aiuti alle popolazioni colpite dall’alluvione che ha flagellato il paese.
Il C-130J della 46ª Brigata Aerea di Pisa ha caricato presso l’Aeroporto di Villafranca – sede del 3° Stormo dell’Aeronautica Militare – tonnellate di materiale messo a disposizione dai Vigili del Fuoco, dalle regioni italiane e dalle organizzazioni nazionali di volontariato di Protezione Civile: tende, pompe idrovore, torri faro e altro ancora.
Ultimato il carico degli aiuti per il popolo ucraino, a cura del personale del 3° Stormo, il velivolo si è diretto verso l’Aeroporto di Leopoli.
“Le attività,” spiega un comunicato dell’Arma Azzurra, “testimoniano, ancora una volta, la grande versatilità e capacità di integrarsi in chiave internazionale, inter-ministeriale e interforze delle Forze Armate, che sono in grado di rispondere con prontezza alle diverse richieste di intervento in Italia e all’estero.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto di copertina di Elisabetta Puggioni
Approfondimento: C-130J