L’82° Centro CSAR dell’Aeronautica Militare soccorre una donna colta da malore

Alle ore 15:40 di oggi, mercoledì 5 agosto, un equipaggio dell’82° Centro CSAR (Combat Search And Rescue) dell’Aeronautica Militare di stanza a Trapani, è decollato per una missione di soccorso con un elicottero HH-139A per recuperare una donna colta da malore presso la Riserva Naturale dello Zingaro.
L’equipaggio si è dapprima diretto presso il campo sportivo di Castellammare del Golfo per imbarcare una squadra operativa di due unità del C.N.S.A.S. (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) e trasportarla presso la zona di Cala della Disa, all’interno della Riserva Naturale.
Giunto nella zona di intervento alle 16:00, l’equipaggio ha immediatamente calato al suolo con il verricello l’aerosoccorritore ed il team del C.N.S.A.S. che si sono rapidamente diretti verso il punto di recupero, inaccessibile da parte di ambulanze o altri mezzi di soccorso. Il personale ha messo in sicurezza nella barella la signora, impossibilitata a muoversi, predisponendola per il recupero.
L’equipaggio dell’HH-139A ha quindi eseguito l’estrazione della paziente tramite verricello e, successivamente, di tutto il team a terra, lasciando la zona di operazioni alle 16:30. Dieci minuti dopo, l’elicottero atterrava nel campo da calcio di Castellammare del Golfo, dove veniva fatto sbarcare il team del C.N.S.A.S. assieme alla donna soccorsa, che è stata affidata alle cure mediche delle autorità ospedaliere locali del 118.
L’elicottero ha successivamente fatto rientro alla base militare di Trapani Birgi, dove è atterrato alle ore 17:00. Il vettore e l’equipaggio hanno ripreso il normale servizio di prontezza SAR nazionale in attesa di un potenziale successivo ordine di missione.
L’intervento è stato avviato su richiesta del C.N.S.A.S. e coordinato dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico che ha attivato l’equipaggio in prontezza d’allarme H24 dell’82° Centro C.S.A.R.

 

 

 

Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto di copertina di Corrado Carta