AVIOmedia.NET https://www.aviomedia.net Wed, 05 Aug 2020 17:39:58 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.2 https://www.aviomedia.net/wp-content/uploads/2018/03/cropped-MINILOGO-32x32.png AVIOmedia.NET https://www.aviomedia.net 32 32 L’Aeronautica Militare testa a Pantelleria la capacità di proiezione delle forze https://www.aviomedia.net/2020/08/05/am-testa-a-pantelleria-capacita-proiezione-delle-forze/ Wed, 05 Aug 2020 19:20:45 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7679 Testare la capacità di proiettare, con brevissimo preavviso, un adeguato pacchetto di forze, completo in tutte le sue componenti abilitanti,

L'articolo L’Aeronautica Militare testa a Pantelleria la capacità di proiezione delle forze proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Testare la capacità di proiettare, con brevissimo preavviso, un adeguato pacchetto di forze, completo in tutte le sue componenti abilitanti, in un’area di interesse anche lontana dalla madrepatria e in un ambiente semi-permissivo: questo l’obiettivo dell’esercitazione “Proof of Concept Expeditionary“, un evento pensato per sintetizzare le principali e peculiari capacità di proiezione delle forze dell’Aeronautica Militare.
L’attività, alla quale ha presenziato anche il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, si è svolta giovedì 30 luglio sull’isola di Pantelleria, all’interno del Distaccamento Aeroportuale dell’Aeronautica Militare che da più di ottant’anni costituisce un importante presidio strategico per la difesa nel cuore del Mediterraneo.


Uno scenario individuato proprio per ricreare quelle condizioni di distanza dalle basi aeree stanziali e di ridotto supporto logistico, inclusa la presenza di una pista di decollo e atterraggio dalle dimensioni limitate dove i caccia convenzionali non possono operare, tipiche di quelle che in gergo tecnico vengono definite “bare/austere base”.
In particolare l’esercitazione ha visto in azione un F-35B, la versione a decollo corto e atterraggio verticale (STOVL – Short Take-Off and Vertical Landing) del nuovo caccia di 5ª generazione, il principale e più attuale fattore abilitante della predetta capacità expeditionary della forza armata. Dopo aver preventivamente verificato le condizioni di sicurezza necessarie all’atterraggio, il velivolo ha effettuato un avvicinamento a bassa velocità alla pista di Pantelleria, arrestando in pochissime centinaia di metri la propria corsa di atterraggio. Il velivolo è stato poi rifornito a terra con una speciale procedura direttamente da un velivolo tanker KC-130J ed è stato armato in tempi strettissimi, per poi ridecollare per la prosecuzione della missione assegnata. Il tutto si è svolto in una cornice di sicurezza per i velivoli, i mezzi ed il personale coinvolto costantemente assicurata grazie ad un sistema di ricognizione e sorveglianza dall’alto, una struttura di comando e controllo mobile e ad unità specializzate di Personale Force Protection.


“L’Aeronautica Militare è una delle poche forze aeree al mondo in grado di avere oggi, concretamente, una piena ed autonoma capacità di proiezione del potere aerospaziale”, ha affermato il Generale Rosso. “Questa è una capacità che non riguarda un singolo velivolo, quale può essere l’F-35B, fattore essenziale ed abilitante in questo contesto ma di cui rappresenta solo un tassello, ma che richiede la reale capacità di integrare tutta una serie di competenze fondamentali che la Forza Armata è in grado di esprimere, operando non solo da casa, dalle nostre basi, dove abbiamo tutta la logistica di supporto necessaria, ma anche lontano dai confini nazionali ed in contesti non permissivi se, dove e quando ritenuto necessario.”
Il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica ha quindi aggiunto che quella di proiezione delle forze rappresenta una capacità importante al servizio del paese anche alla luce degli scenari così mutevoli, flessibili ed imprevedibili con i quali siamo chiamati in qualche modo a convivere e confrontarci.
“Noi, come tutte le forze armate, dobbiamo essere pronti a qualsiasi evenienza.” Ha detto il Generale Rosso. “Flessibilità di impiego, dispersione e imprevedibilità, sia in chiave di deterrenza che come capacità operativa vera e propria, sono fattori ritengo essenziali in qualsiasi scenario ipotetico.”
Diversi gli assetti logistici coinvolti nell’attività esercitativa, tra cui in particolare l’Air Landed Aircraft Refuelling Point (ALARP), sistema che permette il prelevamento del combustibile direttamente dai serbatoi del velivolo KC-130J e consente il rifornimento contemporaneo fino a quattro velivoli. L’attività è stata assicurata dal personale specializzato del 3° Stormo di Villafranca, principale espressione delle capacità logistiche di proiezione di forza armata.


La presenza di una cellula di Combat Controller del17° Stormo Incursori  e di un dispositivo di Force Protection dei Fucilieri dell’Aria del 16° Stormo di Martina Franca, supportati dall’alto da un aeromobile a pilotaggio remoto MQ-9A Predator B del 32° Stormo con funzioni Intelligence, Surveillance, and Reconnaissance (ISR) in tempo reale, hanno consentito il mantenimento di una costante cornice di monitoraggio e sicurezza, assicurandone per il tempo necessario la piena operatività e creando, in brevissimo tempo, la cornice di sicurezza necessaria al completamento della missione.
Il KC-130J della 46ª Brigata Aerea di Pisa ha assicurato sia il trasporto di personale, materiali ed armamento, sia la capacità peculiare di rifornimento in volo (AAR – Air to Air Refuelling) a favore dell’F-35B impegnato nell’esercitazione.
L’evento addestrativo è stato reso possibile grazie alla perfetta sinergia e collaborazione tra il Distaccamento Aeroportuale di Pantelleria e le diverse agenzie civili presenti sul sedime, tra cui si segnala l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) per quanto attiene i coordinamenti con lo scalo aeroportuale civile, l’ENAV per il supporto fornito dai controllori civili del traffico aereo ed i Vigili del Fuoco per il supporto operativo fornito in tutte le fasi salienti dell’esercitazione.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare

 

 

 

L'articolo L’Aeronautica Militare testa a Pantelleria la capacità di proiezione delle forze proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
L’82° Centro CSAR dell’Aeronautica Militare soccorre una donna colta da malore https://www.aviomedia.net/2020/08/05/82-centro-csar-am-soccorre-donna-colta-da-malore-nella-riserva-dello-zingaro/ Wed, 05 Aug 2020 17:39:58 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7683 Alle ore 15:40 di oggi, mercoledì 5 agosto, un equipaggio dell’82° Centro CSAR (Combat Search And Rescue) dell’Aeronautica Militare di

L'articolo L’82° Centro CSAR dell’Aeronautica Militare soccorre una donna colta da malore proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Alle ore 15:40 di oggi, mercoledì 5 agosto, un equipaggio dell’82° Centro CSAR (Combat Search And Rescue) dell’Aeronautica Militare di stanza a Trapani, è decollato per una missione di soccorso con un elicottero HH-139A per recuperare una donna colta da malore presso la Riserva Naturale dello Zingaro.
L’equipaggio si è dapprima diretto presso il campo sportivo di Castellammare del Golfo per imbarcare una squadra operativa di due unità del C.N.S.A.S. (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) e trasportarla presso la zona di Cala della Disa, all’interno della Riserva Naturale.
Giunto nella zona di intervento alle 16:00, l’equipaggio ha immediatamente calato al suolo con il verricello l’aerosoccorritore ed il team del C.N.S.A.S. che si sono rapidamente diretti verso il punto di recupero, inaccessibile da parte di ambulanze o altri mezzi di soccorso. Il personale ha messo in sicurezza nella barella la signora, impossibilitata a muoversi, predisponendola per il recupero.
L’equipaggio dell’HH-139A ha quindi eseguito l’estrazione della paziente tramite verricello e, successivamente, di tutto il team a terra, lasciando la zona di operazioni alle 16:30. Dieci minuti dopo, l’elicottero atterrava nel campo da calcio di Castellammare del Golfo, dove veniva fatto sbarcare il team del C.N.S.A.S. assieme alla donna soccorsa, che è stata affidata alle cure mediche delle autorità ospedaliere locali del 118.
L’elicottero ha successivamente fatto rientro alla base militare di Trapani Birgi, dove è atterrato alle ore 17:00. Il vettore e l’equipaggio hanno ripreso il normale servizio di prontezza SAR nazionale in attesa di un potenziale successivo ordine di missione.
L’intervento è stato avviato su richiesta del C.N.S.A.S. e coordinato dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico che ha attivato l’equipaggio in prontezza d’allarme H24 dell’82° Centro C.S.A.R.

 

 

 

Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto di copertina di Corrado Carta

 

 

L'articolo L’82° Centro CSAR dell’Aeronautica Militare soccorre una donna colta da malore proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Embraer lancia il Phenom 300MED, una nuova soluzione per le operazioni Medevac https://www.aviomedia.net/2020/08/05/phenom-300med/ Wed, 05 Aug 2020 16:45:54 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7673 Embraer ha annunciato il Phenom 300MED, una soluzione Medevac per il suo business jet Phenom 300 realizzata in partnership con

L'articolo Embraer lancia il Phenom 300MED, una nuova soluzione per le operazioni Medevac proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Embraer ha annunciato il Phenom 300MED, una soluzione Medevac per il suo business jet Phenom 300 realizzata in partnership con umlaut and Aerolite. La soluzione è disponibile come retrofit anche per i velivoli già in servizio.
La configurazione Medevac, pensata sia per i clienti privati che per i clienti militari e governativi, viene installata direttamente dall’organizzazione Services & Support di Embraer.
Embraer ed umlaut stanno sviluppando un set di configurazioni alternative per il Phenom 300MED che comprenderanno la capacità di trasportare una o due barelle, così come di imbarcare un’incubatrice o una culla termica e altre apparecchiature mediche.

L’aereo sarà inoltre caratterizzato da finiture e rifiniture a livello ospedaliero. Come soluzione Medevac dedicata, sviluppata in collaborazione con le aziende leader del settore, il Phenom 300MED è progettato per essere rapidamente e facilmente configurato per soddisfare le diverse esigenze sia dei fornitori di servizi sanitari che dei pazienti.
Il Phenom 300MED si distinguerà per l’integrazione dell’equipaggiamento medicale Aerolite, un’azienda specializzata in progettazione, sviluppo, costruzione e integrazione di interni specifici per le operazioni sanitarie. Ad oggi l’azienda ha consegnato oltre 500 interni Medevac per aeromobili.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto di copertina: Ufficio Stampa Embraer

 

L'articolo Embraer lancia il Phenom 300MED, una nuova soluzione per le operazioni Medevac proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
ENAC pubblica le Linee Guida per il contrasto al traffico di esseri umani https://www.aviomedia.net/2020/08/05/enac-pubblica-le-linee-guida-per-il-contrasto-al-traffico-di-esseri-umani/ Wed, 05 Aug 2020 16:00:38 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7671 L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa che sul proprio sito  sono state pubblicate le “Linee Guida ENAC per la formazione

L'articolo ENAC pubblica le Linee Guida per il contrasto al traffico di esseri umani proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa che sul proprio sito  sono state pubblicate le “Linee Guida ENAC per la formazione del personale in servizio presso gli aeroporti e del personale di volo, in tema di contrasto al traffico di esseri umani”.
Il documento ha l’obiettivo di fornire indicazioni utili agli operatori del settore aereo affinché sviluppino la consapevolezza del fenomeno, acquisendo gli strumenti per riconoscere eventuali casi sospetti di tratta e per allertare le forze dell’ordine.
Le Linee Guida rispondono alle Raccomandazioni ICAO (International Civil Aviation Organization) contenute nell’Annesso 9 alla Convenzione di Montreal e testimoniano l’impegno che il mondo dell’aviazione civile, a livello internazionale, ha posto per contrastare questo fenomeno criminale che coinvolge in massima parte soggetti per lo più indifesi e vulnerabili.
Le Linee Guida si applicano al personale dell’ENAC, in servizio presso le sedi aeroportuali, al personale dei vettori e delle società di handling (check-in e aree di imbarco), al personale preposto ai controlli di sicurezza e al personale di volo.
Sono il risultato di un proficuo lavoro di collaborazione con il Ministero dell’Interno, Assaereo e Assaeroporti oltre che con i diversi stakeholder che operano nel settore e che hanno offerto un prezioso contributo per individuare i percorsi formativi più efficaci.
Sono state elaborate dalla Direzione Regolazione Security con la collaborazione della Direzione Centrale Sviluppo Organizzativo e Direzione Centrale Economia e Vigilanza Aeroporti dell’ENAC nel contesto delle linee guida elaborate dall’ECAC European Civil Aviation Conference, conferenza intergovernativa paneuropea (fondata nel 1955) che riunisce 44 paesi membri (i 28 comunitari più 16 non comunitari), in cui il Direttore Generale dell’ENAC, Alessio Quaranta, ricopre il ruolo di Focal Point Security & Facilitation, cioè responsabile europeo per la sicurezza (security), incluso antiterrorismo e prevenzione da atti illeciti in ambito aereo e aeroportuale, e per le facilitazioni, comprese le questioni relative all’immigrazione e alle procedure di controllo delle frontiere.

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa ENAC
Foto di copertina di Salvatore Cossu

 

 

L'articolo ENAC pubblica le Linee Guida per il contrasto al traffico di esseri umani proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Esplosioni in Libano: l’Italia invia due C-130J con aiuti umanitari https://www.aviomedia.net/2020/08/05/esplosioni-in-libano-litalia-invia-due-velivoli-con-aiuti-umanitari/ Wed, 05 Aug 2020 15:12:29 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7668 A seguito delle potenti esplosioni avvenute ieri a Beirut, il Dipartimento della Protezione Civile sta coordinando l’invio di aiuti umanitari

L'articolo Esplosioni in Libano: l’Italia invia due C-130J con aiuti umanitari proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
A seguito delle potenti esplosioni avvenute ieri a Beirut, il Dipartimento della Protezione Civile sta coordinando l’invio di aiuti umanitari per dare sostegno alle attività di soccorso e di assistenza alla popolazione.
Nelle prossime ore partiranno dall’Italia due velivoli C-130J dell’Aeronautica Militare che trasporteranno in Libano otto tonnellate di materiale sanitario e squadre dei Vigili del Fuoco e della Difesa specializzate in ambienti NBCR ed esperti della valutazione del danno agli edifici coinvolti.
L’operazione, che rientra nell’ambito del Meccanismo Europeo di Protezione Civile, è stata disposta dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, a seguito della richiesta di assistenza internazionale formulata dalle autorità libanesi alla Commissione Europea.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Dipartimento della Protezione Civile
Foto di copertina di Elisabetta Puggioni

 

L'articolo Esplosioni in Libano: l’Italia invia due C-130J con aiuti umanitari proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
ENAC richiama Ryanair sul rispetto delle disposizioni sanitarie anti COVID-19 https://www.aviomedia.net/2020/08/05/disposizioni-sanitarie/ Wed, 05 Aug 2020 13:12:55 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7665 L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che nei giorni scorsi ha scritto alla compagnia aerea Ryanair, informando contestualmente l’omologa

L'articolo ENAC richiama Ryanair sul rispetto delle disposizioni sanitarie anti COVID-19 proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che nei giorni scorsi ha scritto alla compagnia aerea Ryanair, informando contestualmente l’omologa autorità aeronautica irlandese, in merito alle ripetute violazioni delle norme sanitarie anti COVID-19 attualmente in vigore e disposte dal Governo italiano a protezione della salute dei passeggeri.
“Le Direzioni Aeroportuali dell’ENAC, infatti, hanno riscontrato che Ryanair sistematicamente non si attiene alle disposizioni previste in Italia per limitare il rischio sanitario derivante dal coronavirus a bordo degli aeromobili in partenza e in arrivo negli aeroporti nazionali.” Spiega un comunicato dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile. “Non solo non viene osservato l’obbligo del distanziamento tra i passeggeri, ma anche le condizioni che consentono la deroga a tale distanziamento sono disattese. L’ENAC ha, pertanto, informato il vettore che, nell’interesse della salute pubblica, qualora dovessero perdurare da parte di Ryanair le violazioni delle norme e i comportamenti
scorretti e irrispettosi delle misure sanitarie vigenti in Italia, l’Ente disporrà nei confronti della compagnia aerea un provvedimento di esclusione della possibilità di derogare all’obbligo del distanziamento, con la conseguenza che il riempimento dell’aeromobile sarebbe consentito solo fino al 50% della capacità. Ove, inoltre, venisse accertata l’ulteriore inosservanza degli obblighi previsti dalle norme nazionali, l’ENAC sarà costretto ad applicare quanto previsto dal Codice della navigazione (art. 802 – divieto di partenza) e a imporre la sospensione di ogni attività di trasporto aereo negli scali nazionali, chiedendo al vettore di provvedere, contestualmente, alla riprotezione di tutti i passeggeri già in possesso di titolo di viaggio.”
L’ENAC ricorda che le misure che prevedono sugli aerei, tra l’altro, sia l’obbligo della mascherina, sia il distanziamento (a cui si può derogare se il vettore osserva tutte le condizioni previste dagli allegati tecnici del DPCM in vigore), sono disposizioni di carattere sanitario, e non aeronautico, che devono essere fatte rispettare dagli stessi operatori a bordo degli aeromobili.
“L’ENAC continuerà a svolgere la propria attività di monitoraggio sia sulle compagnie aeree, sia sugli aeroporti, in merito al rispetto delle disposizioni e segnalerà, come fatto costantemente in questo periodo, alle competenti Autorità le irregolarità rilevate.”

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa ENAC
Foto di copertina di Carlo Dedoni

 

 

L'articolo ENAC richiama Ryanair sul rispetto delle disposizioni sanitarie anti COVID-19 proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Boeing annuncia una riduzione dei tassi di produzione e lo stop al programma 747 nel 2022 https://www.aviomedia.net/2020/08/05/boeing-riduzione-tassi-di-produzione-stop-costruzione-747-nel-2022/ Wed, 05 Aug 2020 05:38:14 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7660 In una lettera inviata ai dipendenti del gruppo nei giorni scorsi, Dave Calhoun, presidente e CEO di Boeing, ha illustrato

L'articolo Boeing annuncia una riduzione dei tassi di produzione e lo stop al programma 747 nel 2022 proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
In una lettera inviata ai dipendenti del gruppo nei giorni scorsi, Dave Calhoun, presidente e CEO di Boeing, ha illustrato le prospettive legate all’andamento del mercato nel settore aerospaziale.
Con la situazione sanitaria ancora molto incerta a livello globale, Boeing si trova ad operare in un mercato fortemente condizionato e indebolito dagli effetti della pandemia. Sebbene infatti vi siano timidi segnali di ripresa del settore del trasporto aereo, le forti pressioni finanziarie sugli operatori commerciali li costringono a chiedere ai costruttori di ritardare o rallentare le consegne dei velivoli, ma anche di rinviare le attività manutentive, il ritiro dal servizio di aeromobili più vecchi e, in generale, una riduzione delle spese.
Secondo Calhoun è il momento di prendere decisioni finanziarie importanti che sostengano la liquidità di breve-medio termine, come ad esempio la sospensione dei dividendi, lo stop al riacquisto delle azioni, la riduzione delle spese e dei costi generali e un nuovo indebitamento per 25 miliardi di dollari. Questi passaggi sono propedeutici alla sopravvivenza dell’azienda in questo periodo turbolento tuttavia, spiega Calhoun, vi sono altre sfide legate all’andamento del mercato dell’aviazione commerciale che devono essere affrontate.


“Per allinearci a un mercato più piccolo, nel corso del trimestre abbiamo abbassato i ratei di produzione dei velivoli commerciali e intrapreso azioni sulla forza lavoro,” spiega il presidente e CEO di Boeing. “Sfortunatamente è chiaro che abbiamo bisogno di fare ulteriori aggiustamenti a causa del prolungato impatto del COVID-2019.”
Le misure annunciate da Calhoun comprendono un ulteriore riduzione dei tassi di produzione dei velivoli commerciali a partire dal rallentamento della ripresa della produzione dei 737 rispetto a quanto previsto in precedenza: la produzione infatti salirà gradualmente a 31 aeromobili al mese entro l’inizio del 2022. Il tasso di produzione combinato dei wide body 777 e 777X passerà nel 2021 a due velivoli al mese, un’unità in meno al mese rispetto a quanto annunciato nell’ultimo trimestre. Sempre nel 2021 verrà ulteriormente ridotta la produzione del programma 787 con un tasso sei velivoli al mese. Si tratta di un aggiustamento rispetto alla riduzione precedentemente annunciata che prevedeva il passaggio dagli attuali 10 velivoli al mese a 7 velivoli al mese entro il 2022.
“Con questo tasso di produzione più basso, dovremo anche valutare il modo più efficiente per produrre il 787, incluso lo studio della fattibilità del consolidamento della produzione in un unico sito.” Afferma  Calhoun nella lettera ai dipendenti.
Rimangono invariati i tassi di produzione dei programmi 767 e 747, tuttavia Boeing ha deciso che la produzione dell’iconico 747, la Regina dei Cieli, verrà fermata nel 2022. Boeing proseguirà a produrre e consegnare i velivoli in ordine e a fornire il supporto ai 747 in servizio in tutto il mondo anche in futuro.

Si conclude dunque l’epopea di un velivolo che è diventato a tutti gli effetti uno dei simboli dell’aviazione commerciale, tanto da essere definito “The Queen of the Skies“, la “Regina dei Cieli”. Il programma 747 ha recentemente compiuto 50 anni: il primo 747 infatti completò il primo volo il 9 febbraio 1969, il primo “Jumbo” è entrato in servizio con la PAN AM nel 1979 e da allora, quella del 747 è stata una storia di successo che si concluderà nel 2022 con oltre 1.550 velivoli costruiti.
Nella missiva inviata ai dipendenti di Boeing, Calhoun ha sottolineato che quelle che l’azienda sta intraprendendo sono decisioni dolorose che coinvolgono direttamente i lavoratori e che sono dettate dal fatto che il mercato non riesce a sostenere gli attuali livelli di produzione.
In questo contesto di forte incertezza e difficoltà, Boeing punta sulla diversificazione del suo portafoglio di prodotti, con settori come quello della difesa, governativo e spaziale che consentono all’azienda di avere una certa stabilità finanziaria nel breve termine.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia e foto: Ufficio Stampa Boeing Media

 

 

L'articolo Boeing annuncia una riduzione dei tassi di produzione e lo stop al programma 747 nel 2022 proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
DAT Volidisicilia torna alla normalità con picchi di 26 voli giornalieri nel network da e per la Sicilia https://www.aviomedia.net/2020/08/04/dat-volidisicilia-torna-alla-normalita/ Tue, 04 Aug 2020 07:52:39 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7654 La programmazione estiva di DAT Volidisicilia ha ripreso ad operare nella sua interezza con tutti i voli e le frequenze

L'articolo DAT Volidisicilia torna alla normalità con picchi di 26 voli giornalieri nel network da e per la Sicilia proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
La programmazione estiva di DAT Volidisicilia ha ripreso ad operare nella sua interezza con tutti i voli e le frequenze previsti, tornando a volare agli stessi livelli della scorsa estate.
Nella sola giornata di domenica 2 agosto sul network siciliano servito dalla compagnia sono stati effettuati 24 voli che, in alcuni giorni del mese, arriveranno a 26 in virtù di alcuni voli supplementari messi in vendita per venire incontro ai picchi di richiesta.
DAT Volidisicilia opera regolarmente sugli aeroporti siciliani di Catania, Palermo e Trapani collegando con voli plurigiornalieri le due isole minori di Lampedusa e Pantelleria. La compagnia inoltre collega con tre frequenze settimanali gli aeroporti di Catania e Olbia. Tutti i collegamenti sono operati con velivoli turboprop ATR72 con 66 posti a sedere.
Luigi Vallero, Direttore Generale della DAT Volidisicilia, ha commentato “Nel lungo periodo di lockdown abbiamo comunque operato i collegamenti vitali di continuità territoriale tra la Sicilia e le isole minori di Lampedusa e Pantelleria nonostante le comprensibili grandi difficoltà operative e normative. Con il primo week end di agosto abbiamo ripristinato completamente l’operativo originario con l’aggiunta del collegamento aereo stagionale tra Catania e Olbia giunto al suo secondo anno di vita. Il nostro investimento in Italia è sempre più importante perché sono coinvolti quattro aeromobili ATR72 che operano oltre 6.200 voli all’anno trasportando circa 300 mila passeggeri. La nostra volontà è di posizionarci sul mercato siciliano per crescere ulteriormente nei prossimi anni rafforzando la nostra presenza sul territorio garantendo uno sviluppo equilibrato del nostro network nell’ottica di incrementare e migliorare le opportunità di spostamento per i Siciliani. La sicurezza resta per noi un fattore fondamentale e nel rispetto delle attuali normative sanitarie assicuriamo ai nostri passeggeri un viaggio il più piacevole possibile. Gli ottimi rapporti con gli agenti di viaggio e i tour operator locali, a cui garantiamo tariffe aeree particolarmente vantaggiose, sono motivo di un cauto ottimismo visto il momento congiunturale di diffusa difficoltà del nostro Paese, che vedrà comunque un importante calo nelle vendite dell’estate 2020.”
DAT A/S, è una compagnia aerea danese fondata nel 1989 da Jesper e Kirsten Rungholm. All’inizio le operazioni venivano svolte con un unico bimotore Shorts Skyvan, impiegato per il trasporto di posta e qualsiasi altro tipo di merce, dai pacchi ai cavalli da corsa. Oggi la DAT trasporta oltre un milione di passeggeri l’anno con una flotta composta da oltre 20 aerei tra ATR42/72, MD 82/83 ed Airbus A320/321. DAT è uno dei più grandi operatori europei del velivolo biturboelica italo-francese ATR42/72.

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa DAT Volidisicilia
Foto di copertina di Salvatore Cossu

 

 

L'articolo DAT Volidisicilia torna alla normalità con picchi di 26 voli giornalieri nel network da e per la Sicilia proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
SEA ottiene l’attestazione Hygiene Synopsis da TÜV Italia https://www.aviomedia.net/2020/08/03/sea-ottiene-attestazione-hygiene-synopsis-da-tuv-italia/ Mon, 03 Aug 2020 10:33:37 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7652 SEA, gestore degli aeroporti milanesi, a conclusione di un percorso caratterizzato da un forte impegno e grande attenzione verso passeggeri,

L'articolo SEA ottiene l’attestazione Hygiene Synopsis da TÜV Italia proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
SEA, gestore degli aeroporti milanesi, a conclusione di un percorso caratterizzato da un forte impegno e grande attenzione verso passeggeri, dipendenti, utenti, operatori aeroportuali e appaltatori, nella piena applicazione delle misure per il contrasto alla diffusione del virus Sars-Cov-2, ha ottenuto l’attestazione “Hygiene Synopsis” rilasciata da TÜV Italia/TÜV SÜD, uno dei principali organismi di certificazione.
Il processo di audit denominato Hygiene Audit, basato su un modello internazionale, ha lo scopo di verificare la conformità rispetto alle misure d’igiene e protezione definite per il settore di riferimento in materia di prevenzione Covid-19.
Sono stati oggetti di valutazione tutti gli ambiti connessi allo svolgimento dei servizi di gestione dei passeggeri nei terminal di Milano Linate e Milano Malpensa, anche di aviazione generale, e nei piazzali, nonché negli ambienti di lavoro esterni agli aeroporti.
“Negli aeroporti gestiti da SEA sono state applicate le misure di sicurezza, nel pieno rispetto della normativa,” spiega un comunicato della società di gestione degli scali milanesi,”in particolare sono state introdotte nuove modalità di accesso ai terminal, termoscanner di ultima generazione per la misurazione della temperatura per i passeggeri in partenza e in arrivo, informativa ai passeggeri per il rispetto delle norme di prevenzione indispensabili per preservare la nostra salute e quella degli altri e per un volare in tutta sicurezza. Vengono, inoltre, effettuate attività di sanificazione dell’intero perimetro aeroportuale, sia nelle aree interne (banchi check-in, metal detector, contenitori porta oggetti, sedute d’attesa, corrimano delle scale mobili, toilette e ascensori) sia, secondo necessità, in quelle esterne. Sono stati installati oltre 250 dispenser di gel igienizzante, schermi in plexiglass nei banchi check in, fasce per inibizione sedute e distributori DPI.”
Le attività di verifica si sono concentrate sull’applicazione delle misure definite nei Protocolli Aziendali e Operativo – Sanitari a contrasto dell’Emergenza Covid-19 per Malpensa e Linate, elaborati in collaborazione con EY-Advisory e con il Gruppo San Donato, in conformità alle best practices internazionali e alle Linee Guida redatte dal Comitato Scientifico GSD e Università Vita-Salute San Raffaele.
“SEA dedica dall’inizio della pandemia grande attenzione alla garanzia della salute di tutti coloro che frequentano i suoi aeroporti.” Prosegue il comunicato. “Oltre alle misure di prevenzione previste dai Protocolli SE, infatti, ha intrapreso una serie di importanti iniziative, tra cui la possibilità di accesso su base volontaria per il proprio personale ai test sierologici e – in caso di esito positivo – al tampone naso-faringeo di conferma. Non ultima la recente adesione, attraverso una partecipazione economica e attraverso il coinvolgimento di 300 dipendenti volontari, al progetto di ricerca medica promosso dall’Università dell’Insubria. La ricerca finalizzata alla validazione di un Test Rapido Salivare per individuare la presenza del virus SARS-CoV-2, potrebbe contribuire ad una più rapida ripresa del settore del trasporto aereo. Se i risultati fossero, infatti, positivi il Test Rapido Salivare sarebbe utilizzabile sui passeggeri e operatori aeroportuali.”

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa SEA
Foto di copertina di Salvatore Cossu

 

 

L'articolo SEA ottiene l’attestazione Hygiene Synopsis da TÜV Italia proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Protezione Civile: nel fine settimana 57 richieste di intervento per la flotta antincendio nazionale https://www.aviomedia.net/2020/08/03/protezione-civile-nel-fine-settimana-57-richieste-di-intervento-per-la-flotta-antincendio-nazionale/ Mon, 03 Aug 2020 07:41:25 +0000 https://www.aviomedia.net/?p=7650 Continua senza sosta l’impegno dei velivoli Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione

L'articolo Protezione Civile: nel fine settimana 57 richieste di intervento per la flotta antincendio nazionale proviene da AVIOmedia.NET.

]]>
Continua senza sosta l’impegno dei velivoli Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche nel week end appena trascorso, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno fino al tramonto nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi (in tutto 57) per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra.
Secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile venerdì alle 18.30 erano 17 le richieste di concorso aereo pervenute al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 6 dalla Sicilia, 3 dalla Calabria, 2 dalla Basilicata, 2 dall’Abruzzo e una richiesta rispettivamente da Piemonte, Umbria, Lazio e Campania. Nella giornata di sabato invee sono state 15 le richieste di concorso aereo, pervenute dalla Sardegna (5), dalla Sicilia (4), dalla Calabria (3),dall’Abruzzo (2) e dall’Umbria (1). Infine, nella giornata di ieri, domenica 2 agosto, le richieste sono salite a 25, 8 della quali dalla Sicilia, 6 della Sardegna, 4 dalla Calabria, 2 dall’Abruzzo e una rispettivamente da Piemonte, Umbria, Lazio, Molise e Basilicata.
Il dispositivo aereo antincendio messo in campo dallo stato comprende la flotta di Canadair ed elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e un’aliquota di elicotteri messi a disposizione dalle Forze Armate.
“È utile infine ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi,” sottolinea la Protezione Civile, “e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.”

 

 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Dipartimento della Protezione Civile
Foto di copertina di Carlo Dedoni

 

 

L'articolo Protezione Civile: nel fine settimana 57 richieste di intervento per la flotta antincendio nazionale proviene da AVIOmedia.NET.

]]>